La Pasticceria Pietro Ferrero

 Blog

Una pasticceria nelle Langhe: nel nostro borgo, proprio sotto i portici di via Corte, accanto all’antica Porta Soprana, sorge uno storico locale, oggi noto come “Caffè Bicerin”, che racchiude in sé un pezzo di
storia della pasticceria mondiale.


Pietro Ferrero nasce in una frazione di Farigliano nel 1898 da una modesta famiglia agricola e si trasferisce a Dogliani per imparare il mestiere di panettiere e pasticcere. Qui lavora come garzone per una decina d’anni. Nel 1923, a venticinque anni, apre nel centro storico di Dogliani, la sua “Pasticceria e dolceria “Ferrero”.


Questo locale è il luogo in cui ebbe origine la storia di una delle più importanti aziende dolciarie mondiali: la
Ferrero. Qui il capostipite Pietro con la moglie Piera Cillario, anch’essa doglianese, iniziò la sua attività
artigiana e commerciale. Dal loro matrimonio, due anni dopo, nascerà Michele Ferrero, il futuro
“padre” indiscusso della Nutella.
La Nutella è nata solida: uno dei dolci che veniva prodotto, infatti, era una crema a base di nocciole chiamata inizialmente Pasta Giaduja e poi Giandujot, associandola foneticamente alla famosa maschera carnevalesca piemontese.


Era un impasto di crema confezionata in carta stagnola che si poteva facilmente trasportare e spalmare sul pane, generalmente venduta a fette. Un dolce economico per la merenda dei bambini: pensate che un chilo di questa specialità costava 600 lire (0,30€) contro le 3000 lire
(1,50 €) di un chilo di cioccolato!

I packaging dei prodotti più antichi erano spesso scatole di latta molto belle e decorate: ne avete ancora qualcuna, magari in soffitta o con dentro aghi e fili? Mandateci i vostri scatti e saremo felici di pubblicarli.
È passato tanto tempo e tanti prodotti dolciari sono stati inventati; oggi possiamo solo immaginare come, a inizio ‘900, un profumo dolce e inebriante di cioccolato riempisse le vie di Dogliani.