Antica fiera della ciliegia | Manufatti d’autore

Eventi e cultura

26 / 05 / 2019

Ogni anno, a fine maggio, l’Antica fiera della ciliegia anima le vie di Dogliani Borgo e Castello : una vetrina sull’artigianato e sul commercio locali.

Le sue origini si perdono nei secoli scorsi; l’archivio del Comune di Dogliani conserva una ricca documentazione risalente al 1897 che attesta l’importanza della fiera per il paese all’epoca.

Dal 2011 la Fiera ha ottenuto dalla Regione Piemonte la qualifica di Fiera Regionale.

Apprezzata per il grande numero di espositori e la qualità delle merci, l’Antica fiera della ciliegia di Dogliani rappresenta un’ottima occasione per spingersi anche alla visita del borgo Castello, tra i manufatti preziosi degli artigiani locali. Con un po’ di attenzione si può cogliere l’antica tradizione nel lavorare il cotto, spesso utilizzato nelle ardite costruzioni dell’architetto G.B. Schellino, l’abilità e l’amore per il lavoro ben fatto, nati in un passato remoto, ma conservati nel tempo tra le dolci colline di Langa.

Dogliani Castello, la parte alta del paese, ospita i “Manufatti d’autore“, offrendo uno spazio espositivo privilegiato all’artigianato locale, mentre le vie di Dogliani Borgo, centro storico nella parte bassa, sono animate per tutta la giornata dalle bancarelle della tradizionale Rassegna commerciale.

Per il collegamento tra Dogliani Borgo e Dogliani Castello è disponibile un servizio bus navetta gratuito.

Quest’anno la tradizionale fiera si arricchirà con AgriCulture | Nuovi Sguardi, antiche tradizioni che prevede:

  • Giovedì 23 maggio: Cena a km zero. Il ristorante “Il Verso del Ghiottone” di Dogliani Castello (via Demagistris, 5) da sempre legato alle tradizioni delle nostre terre, incontra i prodotti di qualità e le eccellenze gastronomiche del territorio del Mercato dei Contadini delle Langhe e i vini della Bottega del Vino Dogliani Dogc. Info e prenotazioni: 0173 742074
  • Sabato 25 maggio: AgriCulture | Convegno

Sei storie, sei volti, sei modi di vivere l’agricoltura. Il racconto di sei storie di successo di giovani che sono ritornati alla terra e alla natura.
Nel Teatro Sacra Famiglia, a partire dalle 21.00, troveranno spazio i racconti e i prodotti di quei giovani che hanno avuto il coraggio di cambiare vita, scegliendo l’agricoltura come fonte guadagno ed opportunità di crescita personale e professionale.

Domenica 26 maggio, invece, nella graziosa cornice dell’Antico Borgo Dogliani Castello in esposizione le eccellenze dell’artigianato locale alle quali si aggiungeranno i banchi del Mercato dei Contadini, di Campagna Amica e di altri produttori di qualità. In Piazza Grasso e Piazza Belvedere saranno allestite delle aree per la degustazione dei loro prodotti in abbinamento con i pregiati vini della Bottega del Vino. Non mancherà la tradizionale rassegna commerciale con oltre duecento bancarelle che animeranno il centro storico della parte bassa per tutta la giornata.